PASSAGGI PER L'AMMISSIONE

MODALITà DI ACCESSO AL SERVIZIO

residenza San Tomaso d'Aquino Genovaresidenza San Tomaso d'Aquino Genova

Il futuro ospite oppure un suo familiare, forniti di richiesta di “ Visita domiciliare geriatrica” rilasciata dal proprio Medico di famiglia (motivazione: valutazione per inserimento in struttura residenziale), possono in alternativa: telefonare al Nucleo Residenzialità Ponente o Levante a seconda della zona d'appartenenza oppure esibire la richiesta di visita ai Punti di Accoglienza del Distretto Socio Sanitario.

Un geriatra di ASL3 provvederà alla valutazione del vostro caro presso una delle sedi del servizio o in caso di difficoltà alla deambulazione effettuerà la visita direttamente al suo domicilio. La visita permetterà di eseguire la valutazione multidimensionale e la determinazione del grado di autosufficienza con l'individuazione della tipologia di ricovero più adeguata all'anziano (strutture per non autosufficienti o parziali non autosufficienti).

All'atto della visita l'anziano e i familiari esprimono la scelta su due residenze, nella cui lista d'attesa sarà inserito il nome dell'interessato, e compilano la Scheda Sociale che permetterà alla valutazione sanitaria di calcolare il punteggio per l'inserimento in graduatoria.
Per il ricovero è possibile esprimere al massimo due preferenze ed essere inseriti contemporaneamente in due liste di attesa.
La lista di attesa è informatizzata e gestita esclusivamente dall’ASL Genovese, per garantire la piena trasparenza e il rispetto dei criteri di ordinamento della graduatoria. Per conoscere la posizione in graduatoria è possibile comunque rivolgersi direttamente alle strutture residenziali selezionate. Per rispetto della normativa sulla Privacy non è possibile fornire informazioni telefonicamente.

 

 

Documentazione necessaria per l'ammissione :

  • carta d'identità in corso di validità
  • tesserino codice fiscale
  • libretto cartaceo dell’Asl
  • eventuale certificato di dimissioni dell'ospedale
  • eventuale documentazione storia clinica

Costi:
Il ricovero presso una struttura convenzionata con ASL3 Genovese comporta l’onere da parte dell’Asl del pagamento della Quota Sanitaria alla residenza. Tale quota risarcisce la struttura della spesa sanitaria sostenuta per l’ospite, mentre a carico della famiglia è la quota alberghiera.

LA GIORNATA TIPO

Al mattino il personale si occupa dell’igiene personale, della vestizione, della mobilizzazione e della somministrazione della terapia e di eventuali altre esigenze individuali. Viene quindi distribuita la colazione e la mattinata prosegue con il soggiorno degli ospiti nei saloni comuni (salvo gli ospiti allettati) dove gli stessi possono partecipare all’attività di animazione. Agli ospiti bisognosi di terapie vengono fornite le prestazioni necessarie (fisioterapia, terapia medica, ecc.) secondo i piani individuali di assistenza.
La consumazione del pranzo avviene nelle sale comuni o nelle stanze a seconda delle necessità degli ospiti. Gli ospiti non autosufficienti vengono assistiti dal personale. E’ comunque consentita l’assistenza al pasto anche da parte dei familiari o di volontari.

Dopo pranzo gli ospiti che lo desiderano, vengono riaccompagnati nelle stanze per il riposino pomeridiano. La merenda viene distribuita nei saloni di soggiorno e nelle camere. Attività d'animazione, fisioterapia ed assistenza vengono ovviamente svolte anche durante il pomeriggio.
La cena conclude la giornata con la stessa metodologia del pranzo.
Gli ospiti vengono riaccompagnati nelle loro camere per la notte e viene distribuita la terapia serale.

Share by: